Recensione “SEO Web Marketing Experience 2010″ Milano di Madri

Venerdì 19 novembre 2010 ho partecipato con estrema soddisfazione al corso Seo Web Marketing Experience 2010 organizzato da Simple3 Ltd, titolare del marchio Madri internet marketing, oltre ad aver appreso novità interessanti e davvero a valore aggiunto sulle ultime scoperte in ambito SEO (search engine optimization) una particolare specializzazione del web marketing ovvero il posizionamento nei motori di ricerca, mi ha permesso di conoscere professionisti e ospiti di eccezione provenienti da tutta Italia.
Tralascio l’importanza ovvia che ricopre posizionare un sito web nel 2010 affinchè compaia su google quando i nostri clienti cercano informazioni su un prodotto che possiamo offrirgli,  questo corso mi ha davvero lasciato qualcosa e non si è limitato a qualche concetto teorico che posso apprendere con una semplice guida sul SEO, c’è da dire d’altronde che trattandosi di un corso di aggiornamento sull’ argomento dava per scontato (naturalmente a parere mio con ragione ) che chi lo frequentasse fosse uno specialista del settore che appunto aveva la necessità di aggiornarsi.
Relatore principale del corso è stato Enrico Madrigrano, mi piace definirlo uno scienziato del SEO, fonte autorevole del Web marketing italiano e internazionale, le sue ricerche sono degne di un ente universitario, parla con disinvoltura di test eseguiti su gruppi di siti internet da 500 unità (provate a fare esperimenti sulla reazione di un motore di ricerca anche solo su 5 siti web e capirete quanto è complesso).
I suoi risultati professionali sono esagerati, uno per tutti ?
Se vi occupate di posizionamento provate a cercare su google “Web Marketing”, alla seconda posizione troviamo lui (con il famosissimo sito web madri.com ), secondo SOLO alla definizione di Wikipedia.Per chi non conoscesse il valore di questa chiave basti dire che nella ricerca sono presenti oltre 225.000.000 di risultati, una cifra esagerata, un solo click sui risultati sponsorizzati può costare sino a 4 euro, lui è lì gratuitamente grazie alle più complesse tecniche di web marketing che prima di insegnare sperimenta ed usa per se stesso.

I risultati imprenditoriali sono altrettanto sconvolgenti, mi basta un analisi veloce della sala per capire quanto valgano 10 ore del suo tempo, eravamo circa in 300, calcolando un prezzo medio di 300 euro a persona, (tra chi ha prenotato prima a prezzo scontato e gli ospiti non paganti) se la matematica non è un opinione 300×300 = 90.000 euro, togliete anche (esagerando) la metà del ricavo per le  spese tra sala, promozione, catering, trasferte  e personale, restano sempre un bel po’ di soldi, direi sicuramente un abile imprenditore. Aggiungo che naturalmente l’azienda non ha come solo reddito questo corso ma una serie interessante di beni e servizi, devo tantissimo a Madri, è merito suo se circa 5 anni fa ho acquisito la maggior parte delle nozioni con il suo corso di posizionamento.

Gli altri relatori
Piersante Paneghel, Davide Pozzi (Tagliaerbe), Marco Massara, un aggettivo per descrivere ognuno dei tre: Piersante è sacro, il tagliaerbe è storico(in senso positivo :P), Marco è notevole. Date un occhiata ai link per saperne di più .
Alla tavola rotonda hanno partecipato anche i relatori dell’edizione di Roma, il mitico Giorgio Taverniti, Paolo Moro, Francesco Tinti, Moreno Bonechi.

Contenuto:
Il seo Web marketing experience di madri è senza dubbio la mecca per chi si definisce un seo, o per chi lavora giornalmente in progetti di web marketing, se siete interessati all’argomento è difficile distrarsi e le 8 ore del corso filano via velocemente, argomenti, risultati e suggerimenti ti rendono felice di aver pagato per qualcosa (finalmente) utile e di valore.
Alcune “dritte” dei relatori e degli esperti valgono da sole ben più del prezzo di questa esperienza che consiglio senza dubbio a chiunque si occupi dell’argomento.
Giudico necessaria una preparazione propedeutica di base, ma dò per scontato che un convegno del genere venga valutato come seminario di aggiornamento a chi fa del seo una professione (o parte di essa).
Pregi:
Elevato valore per contenuti SEO difficilmente reperibili e frutto delle personali esperienze di Enrico e degli ospiti.
Grandi personaggi del panorama nazionale, difficile trovarne così tanti nello stesso momento, gli intrecci sociali e perché nò anche solo due chiacchere con loro è già qualcosa di unico.

Difetti:
Questa è la parte più difficile della recensione, benché è mia intenzione consigliare questo evento a chiunque legga questo articolo o a chiunque mi chieda consigli su un corso di aggiornamento sul SEO italiano, alcune “sbavature” per trasparenza e obiettività sono state rilevate dal sottoscritto.
1) Incidente iniziale:
Al momento dell’acquisto con paypal ho riscontrato un errore nella pagina di redirect, per email arriva la conferma del pagamento da paypal ma niente da madri (era indicato chiaramente che avrei ricevuto la conferma e una brochure virtuale con indicazioni sul luogo e lista di alberghi convenzionati, chiamo il numero verde per conferma e la signorina mi conferma dicendomi che avrei ricevuto a breve una mail, era il 4 ottobre niente email per 10 giorni nel frattempo chiamo 5 volte al centralino, niente.
L’ultima telefonata era un po’ preoccupata a 3 giorni dal evento ancora niente brochure e nessuna conferma ufficiale di madri, ancora nulla, la signorina mi conferma il pagamento, si scusa e mi promette (ancora) la mia tanto desiderata  brochure, ma ancora nulla, aprofitto del sistema di email per scrivere, e finalmente arriva tutto il materiale richiesto.
Pultroppo gran parte degli hotel convenzionati (escluso un lussuoso 4 stelle da 200 euro a camera) erano ormai occupati, ho dovuto ripiegare su un hotel leggermente fuori mano, ma comunque comodo data la presenza strategica della fermata metro vicino alla sede del corso.
2) Slide dinamiche stampate in bianco e nero come unico bene tangibile.
Questo è solo un puntiglio, ma è un difetto che chi fa formazione da anni non dovrebbe ignorare, le slide di una presentazione dinamica, se stampate posso perdere informazioni importanti, (alcuni testi si sovrappongono ad altri rendendo la slide stessa inlegibile).
Alcuni grafici complessi presentati a colori, stampati in bianco e nero erano del tutto privi di significato, costringono quindi in fretta e furia a segnare con le frecce le corrispondenze tra legenda e curva.
Posso capire che un ottimizzazione stampata del materiale può portare via tempo e che una stampa a colori può costare decisamente di più ma è qualcosa che ci si aspetta da un evento curato nei minimi dettagli come questo.
3) Sedute inadeguate per chi è alto, questo è un difetto che riscontro essendo alto 1 metro e 90, le gambe non avevano il giusto spazio vista la vicinanza tra una fila e l’altra e cercavano tregua dopo 2 ore di ininterrotta esposizione. (questo ultimo dettaglio è giustificabile dal fatto che è stata la prima volta che Madri sceglie Assolombarda come sede per l’evento).

Giudizio finale: 9 e mezzo.
E’ un esperienza che consiglio, a patto che abbiate una giusta propedeuticità sull’argomento.
Consigli pratici come piacciono al sottoscritto, facili da implementare e di grandissima efficacia.
Grande valore aggiunto, gli viene negata la perfezione per i tre dettagli sopra citati.

Come sempre ho segnalato la recensione al diretto interessato e ho richiesto la consueta intervista, incrociamo le dita ;)

Recensione “Iab forum milano 2010″

iabforum 2010Il 3 e il 4 novembre si è svolta l’edizione 2010 dello IAB Forum Milano, organizzato da IAB Italia, grandi ospiti e espositori di prestigio per l’evento organizzato dal distaccamento italiano dell’ Interactive Advertising Bureau (IAB), associazione con sede a New York, fondato nel 1996, divenuto presto punto di riferimento per la pubblicità interattiva e per gli operatori del web.

Lo IAB forum è stato organizzato con il classico format espositori + conferenze e workshop, di rilievo espositori e alti profili per le conferenze, tra gli ospiti: Chris Anderson, direttore di Wired e fautore del concetto ( e del libro) The long Tail, Roberto Binaghi (presidente IAB Italia). Non è mancato l’intervento e lo stand di Google, Yahoo, Banzai e tanti altri.

Percentuale di espositori off topic: 5%
Organizzazione: 8/10
Sala stampa: 8/10
Accreditamento: 8/10
Topografia e organizzazione sale e espositori: 7/10.

Nel complesso l’ultima edizione ha goduto di un ottimo successo anche vista la tendenza attuale del marketing e dei social media.
Voto complessivo: 8 –

Siti di riferimento :

Iab

Iab Forum