Intervista a Cesarino Morellato (DAO Daddy)

Oggi vi presento Cesarino Morelato (DAO Daddy) è considerato uno dei maggiori esperti in diversi Campi del Web Marketing nonchè il fondatore del concetto DAO.
Ospite come esperto e relatore dei più importanti convegni e corsi di aggiornamento nel settore del posizionamento ad alti livelli e web marketing (SEO Web Marketing Experience di Madri e il Convegno GT di Giorgio Tavernintisono solo un piccolo esempio), Cesarino è famoso per la sua ironia, infinita conoscenza e voglia continua di confrontarsi anche con chi, pur essendo meno esperto di lui ha voglia di sperimentare.Ci spieghi cos’è la DAO e come è nata?
Partiamo dal suo significato: DAO = Digital Asset Optimization, è la naturale evoluzione della SEO, non si considerano più solo i fattori diretti che influenzano i motori di ricerca (in italia praticamente motori di ricerca = google) ma in senso ampio tutti i contenuti adatti al digitale attraverso tutti i canali possibili e accessibili.
L’aumento di banda e di tecnologia ha cambiato il modo di fruire la rete da parte degli utenti finali, non si cercano più solamente testi, ma anche video, immagini, presentazioni aziendali e tanto altro, in campo aziendale tutti questi contenuti sono patrimonio e come tali vanno massimizzati e ottimizzati per la maggiore resa possibile.
Per esempio una campagna DAO si occupa anche di aspetti OFF Line, come assistere la comunicazione che può influenzare il fattore visite online attraverso la  carta stampata piuttosto che sui canali tradizionali come radio e TV.

Aggiungo io che il concetto DAO può essere approfondito visitando il sitohttp://cesarino.com
Cosa consigli a chi vuole avvicinarsi al mondo del webmarketing iniziando oggi?
Se non è davvero appassionato, consiglio di lasciar perdere: la strada è in salita, non si smette mai di studiare perchè tutto cambia in fretta, sempre più velocemente, solo la passione vi farà andare avanti.
Se invece vi appaga questo mestiere e ne siete affascinati, la scorciatoia che consiglio a tutti è quella di lavorare come SEO Junior (o altre mansioni similari) per un agenzia, tenere duro per un paio di anni ed iniziare quindi a guardarsi attorno, studiate ogni giorno, se avete passione non sarà faticoso, anzi!
Posso citarti un famosissimo consulente: era indeciso se accettare o meno un incarico in agenzia, già freelance e con un discreto numero di clienti; ha ascoltato il mio consiglio e dopo un paio di anni l’esperienza lo ha elevato ad uno dei massimi esperti italiani.

Quando puoi considerarti “arrivato” nel nostro settore ?
Assolutamente mai, questo è un settore in evoluzione continua, anche se sicuramente “bastano” 2 anni per imparare le tecniche e poi tantissimi anni per considerarti un profilo “avvanzato”.
Per restare sul pezzo posso dirti che come minimo è necessario studiare dalle 2 alle 4 ore al giorno, testare e interpretare i risultati, scambiarsi le opinioni tra colleghi e leggere numerosi articoli, libri e opinioni.Come si vende oggi il webmarketing, e quali metodi consigli?
Nella mia esperienza professionale ho sentito e testato svariati metodi ma i principali per monetizzare il nostro lavoro sono: agenzie in gara, la consulenza a tempo e percentuale sui risultati.
L’agenzia principalmente rilascia numerosi preventivi specifici, questo se fai il nostro lavoro seriamente, significa che devi “spendere” (senza ritorno diretto) numerose giornate di studio sui singoli casi prima ancora di avere un contratto, naturalmente qualcuno dovrà pagare anche quel tempo: sarà infatti il cliente che accetta a prendersi parte di carico sui costi dei preventivi a “vuoto”.
La consulenza invece prevede di caricare sul cliente il costo orario: in questo caso il cliente paga per il tuo tempo, anche per lo studio preliminare: se sei veloce il cliente paga meno ore, ma forse con un ricarico orario maggiore.
Spesso non è mai equo il valore pagato rispetto al lavoro ricevuto, a volte ci guadagna il cliente mentre altre il consulente.
Secondo me se  ti “vendi” come una persona valida nel nostro mestiere, devi portare al cliente risultati di fatturato, per questo io consiglio di rivolgersi a clienti che comprendano il valore di “spinta” sul fatturato dei nostri interventi e che siano pronti a riconoscere la tua parte, in percentuale, dei risultati economici. Create delle presenze online basate su chiavi del settore detenendo i diritti sul portale, in questo modo se il cliente decidesse di terminare il rapporto, il vostro lavoro non sarà sprecato e sarà disponibile per future opportunità.

Parliamo di soldi ? Quanto guadagna un consulente nel settore web e quanto un dipendente di un agenzia ?
Un consulente avanzato può superare tranquillamente i 10.000 euro al mese, le agenzie pultroppo sottopagano i loro dipendenti e tendono ad inquadrare i profili webmarketing come un semplice impiegato, difficilmente si superano i 1200 euro anche se è un esperienza che io reputo indispensabile per chiunque.

Bene siamo arrivati alla fine di questa intervista grazie Cesarino per il tempo che mi hai dedicato.

Grazie a te Alessandro.